Topshop

Come TranslateMedia ha aiutato Topshop a ridurre in modo permanente i costi preservando qualità e coerenza grazie alla traduzione automatica neurale adattiva.

La situazione

Topshop è un rivenditore di abbigliamento leader a livello mondiale con oltre 500 negozi in 58 paesi e un'ampia presenza nell'e-commerce. TranslateMedia collabora con Topshop da oltre 6 anni fornendo traduzioni umane di alta qualità per slogan, caratteristiche, articoli, post di blog e descrizioni di prodotti del marchio. Le traduzioni dovevano essere di qualità eccellente per aumentare i tassi di conversione.

TranslateMedia è diventata parte integrante della vigorosa strategia di espansione globale del marchio, fornendo supporto linguistico e sviluppando la tecnologia per integrare la piattaforma di e-commerce di Topshop con la piattaforma di gestione del flusso di lavoro di traduzione di TranslateMedia, STREAM.

Ciò ha consentito a Topshop di aumentare l'efficienza, ridurre il time-to-market e sfruttare i vantaggi della memoria di traduzione e della consegna e recupero automatizzati dei contenuti localizzati.

Con un vasto catalogo e l'introduzione di nuovi prodotti su base giornaliera, Topshop necessita continuamente di traduzioni. Con i recenti progressi nella traduzione automatica neurale adattiva, TranslateMedia è stata in grado di ideare e implementare una soluzione per aiutare Topshop a continuare ad aumentare la frequenza degli aggiornamenti dei prodotti preservando qualità e coerenza a un costo molto più basso.

La soluzione

Il team ha costruito un modello di traduzione automatica neurale dedicato e personalizzato, configurato con lo scopo specifico di tradurre le descrizioni dei prodotti Topshop in francese e tedesco.

Un ampissimo database con i contenuti che erano stati precedentemente tradotti, rivisti e valutati come di ottima qualità è stato quindi utilizzato per costruire una rete neurale artificiale e preparare il sistema ad accettare nuovi contenuti in lingua di origine e generare traduzioni.

Quando Topshop produceva nuovi contenuti, questi venivano tradotti in base al modello e all'output rivisto dagli stessi linguisti e revisori dedicati al progetto che avevano familiarità con la gamma di prodotti e il tono di voce del marchio. I linguisti valutavano le traduzioni utilizzando una serie di criteri, tra cui la fluidità, l'accuratezza, la comprensibilità, la correttezza grammaticale e la capacità di riconoscere la terminologia specifica del settore.

Eventuali modifiche alle traduzioni automatiche da parte dei linguisti sono state reinserite nel sistema, entrando a far parte di un ciclo continuo di apprendimento e miglioramento al fine di fornire traduzioni di qualità superiore a ogni iterazione.

I risultati

Dopo alcuni mesi di test, raccolta di feedback e ulteriore formazione, è stato riscontrato che il modello di traduzione automatica neurale forniva traduzioni di descrizioni dei prodotti che erano molto vicine alla traduzione umana in termini di qualità e che, dopo la revisione, erano quasi indistinguibili dalla traduzione umana. Il modello è stato successivamente messo in produzione e Topshop ha osservato una transizione senza soluzione di continuità dal vecchio processo al nuovo.

Il modello di traduzione neurale è ora utilizzato come strumento per preparare i contenuti per la modifica e, in molti casi, i linguisti devono semplicemente leggere i contenuti per assicurarsi che siano accurati e aderiscano allo stile e al tono di voce unici di Topshop, riducendo il tempo necessario per tradurre i contenuti da ore a minuti in alcuni casi.

Non hai la certezza che la traduzione automatica sia adatta ai tuoi contenuti? Contattaci